Firma elettronica

Differenziare la firma digitale dalla firma elettronica

 

La firma digitale è un processo di crittografia matematica che permette di verificare l’autenticità dei dati cifrati. Si tratta di un sistema di crittografia asimmetrica che impiega un codice o chiave segreta o privata (private key) e una chiave pubblica (public key).

 

La firma elettronica è costituita da dati elettronici che accompagnano l’informazione (anche in formato elettronico) e identificano il firmatario. Questo tipo di firma persegue lo stesso obiettivo della firma autografa: attestare e identificare un atto volontario del firmatario, senza tener conto, questo sì, del grado di sicurezza con il quale si può attestare a posteriori che il firmatario ha firmato. Può essere considerata firma elettronica uno scarabocchio disegnato con il mouse, una password (o frase) scritta e non cifrata in un e-mail, un jpg con l’immagine del tracciato della firma autografa, etc.

 

La firma digitale è parte integrante della firma elettronica sicura (legalmente si parla di firma elettronica avanzata e riconosciuta). La firma digitale (la crittografia matematica di dati)permette che la firma elettronica (identificazione e frutto dell’atto di volontà del firmatario) possa essere attribuita con sicurezza a un firmatario concreto.

 

Differenziare la firma digitale dalla firma digitalizzata

 

Come dicevamo precedentemente, la firma digitale è un processo di crittografia matematica. La firma digitalizzata è l’immagine del tracciato della firma convertito in un archivio immagini. Il tracciato è stato, cioè, scansito, o attraverso hardware come pads o tavolette grafiche, è stato registrato e salvato su un computer.

 

IMPORTANTE: La firma digitalizzata non costituisce di per sé una firma avanzata.